Panoramica blog

Il principio del LEGO in grande stile

48’000 viti da legno per un sistema costruttivo ibrido a Lenzburg

Costruzione ibrido Lenzburg Tecnica di fissaggio viti per costruzioni in legno viti completamente filettate
I singoli moduli sono stati inseriti con precisione millimetrica nella struttura in acciaio mediante una gru (Immagini: Renggli AG).

La Svizzera deve aumentare la densità edilizia del territorio – è quanto ha deciso la Confederazione nella revisione della Legge federale sulla pianificazione del territorio. L'innovativo progetto «Hello Lenzburg» mostra come realizzare in cinque mesi, a partire da moduli in legno prefabbricati, un edificio abitativo compatto, con standard costruttivi ecologici e affitti contenuti. Per questo progetto Debrunner Acifer ha fornito circa 48’000 viti da legno.

Abitare in un container: non suona particolarmente invitante e tuttavia è già una realtà che potrebbe conferire al paesaggio svizzero un'impronta di sostenibilità. Il progetto «Hello Lenzburg» ha portato alla realizzazione, nel canton Argovia, del primo edificio residenziale multipiano in Svizzera concepito sulla base di un sistema costruttivo ibrido modulare ultramoderno. Ciò significa che tutti gli appartamenti sono costituiti da container abitativi in legno prefabbricati, cablati e assemblati direttamente sul cantiere.

Costruzione ibrido Lenzburg Tecnica di fissaggio viti per costruzioni in legno viti completamente filettate
Gli installatori hanno posato le cucine prefabbricate direttamente nei moduli abitativi.

In soli cinque mesi a Lenzburg è sorto un edificio completo, suddiviso in appartamenti di 2,5 e 3,5 locali con standard Minergie A e senza barriere architettoniche.

Costruire in maniera densificata ed efficiente

Nei prossimi anni in Svizzera sarà necessario risanare o ricostruire molti edifici ad uso abitativo degli anni '60 e '70. I nuovi appartamenti però non devono essere troppo cari altrimenti rimarrebbero disabitati con conseguente riduzione delle entrate generate dagli affitti. Allo stesso tempo l'industria edile deve attenersi alle disposizioni imposte dalla revisione della Legge federale sulla pianificazione del territorio e puntare quindi maggiormente sulla densificazione edilizia.

Costruzione ibrido Lenzburg Tecnica di fissaggio viti per costruzioni in legno viti completamente filettate
I moduli abitativi sono stati assemblati in fabbrica - dal parquet alle linee elettriche.

Con l'innovativo progetto «Hello Lenzburg» e il sistema modulare ibrido Innosuisse, l'Agenzia svizzera per la promozione edilizia della Confederazione intende sostenere tecnologie edilizie pratiche ed efficienti dal punto di vista energetico e di conseguenza la costruzione di spazi abitativi a prezzi convenienti.

Un container lungo 11 m e largo 3,5 m

La Renggli AG ha realizzato a Lenzburg questo innovativo progetto costruttivo in collaborazione con la società committente AXA, la scuola universitaria professionale di Berna BFH e altri partner. Dopo una fase di progettazione durata circa tre anni, alla fine del 2018 questa azienda costruttrice di Schötz ha dato il via alla costruzione degli elementi modulari.

I pavimenti e le pareti dei moduli prefabbricati in legno sono stati assemblati nello stabilimento dell'azienda. Successivamente sono state installate le pareti interne, le finestre e le porte. In una seconda fase sono stati posati i parquet, gli impianti sanitari, le cucine prefabbricate e le tubature. I moduli da 15 t, 11 m di lunghezza e 3,5 m di larghezza sono stati poi imballati per il trasporto.

Costruzione ibrido Lenzburg Tecnica di fissaggio viti per costruzioni in legno viti completamente filettate

Inserimento nella struttura in acciaio mediante gru

Le fondamenta in calcestruzzo sono state gettate in dicembre 2018 mentre in gennaio 2019 è stata realizzata la struttura in acciaio. I responsabili del progetto hanno avviato la costruzione vera e propria dell'edificio in febbraio. I container modulari sono stati concepiti in modo che avessero le dimensioni esatte per essere caricati su carri a pianale ribassato e consegnati senza difficoltà sul cantiere. Ogni appartamento è costituito da due moduli che, a seconda delle dimensioni dell'appartamento, includono un soggiorno, una cucina, un bagno e una o due stanze da letto. Una gru ha sollevato i container e li ha inseriti dall'alto e con la massima precisione nella struttura in metallo.

Costruzione ibrido Lenzburg Tecnica di fissaggio viti per costruzioni in legno viti completamente filettate

Tempo di realizzazione: tre settimane

Grazie alla costruzione modulare la Renggli AG è riuscita a posizionare ogni container nella struttura portante in non più di un'ora. Gli appartamenti, con i vari impianti e allacciamenti, sono stati realizzati in un mese. Vi si accede attraverso un portico collegato al vano scale e al vano ascensore.

Questa soluzione elimina la necessità di un vano tecnico tradizionale. Inoltre, questo tipo di edificio con struttura in legno soddisfa tutti i requisiti dello standard Minergie A. Un impianto fotovoltaico sul tetto produce elettricità sostenibile, mentre una pompa di calore geotermica riscalda gli appartamenti rispettando l'ambiente.

Struttura in acciaio per l'assorbimento del carico

Il progetto «Hello Lenzburg» si differenzia dalle altre costruzioni modulari. Mentre nei sistemi a moduli convenzionali il carico grava sul livello più basso, nei sistemi ibridi è la struttura in acciaio ad assorbire il peso e a trasferirlo alle fondamenta attraverso gli elementi in acciaio.

Questo consente di costruire edifici più alti di quanto sia stato finora possibile con altre tecniche di costruzione modulare. Grazie al sistema ibrido le tempistiche della Renggli AG si sono ridotte di circa nove mesi. Secondo l'azienda la rapidità di costruzione e la produzione standardizzata garantiscono costi inferiori e di conseguenza anche affitti più bassi.

47'500 viti

La produzione dei moduli in legno ha richiesto una grande quantità di elementi di fissaggio. La Renggli AG ne ha acquistato una parte da Debrunner Acifer scegliendo tra gli articoli presenti nell'assortimento per le costruzioni in legno – complessivamente circa 47'500 viti interamente filettate SPAX e viti per costruzioni in legno DA in varie lunghezze e diametri. Queste viti sono state utilizzate principalmente per il fissaggio strutturale e statico su pareti e soffitti.

Fornitura:

  • 47'000 viti per costruzioni in legno DA (5 x 60, 5 x 80, 6 x 100, 6 x 120 und 8 x 200)
  • 500 viti completamente filettate SPAX (8 x 600)

Costruzione ibrido Lenzburg Tecnica di fissaggio viti per costruzioni in legno viti completamente filettate

Produzione in serie grazie alla prefabbricazione

Intervista ad Alain Barmettler, responsabile marketing e comunicazione della Renggli AG

Come è nato questo progetto pilota?

È nato da un progetto innovativo sostenuto da Innosuisse, sulla base del quale abbiamo sviluppato un design e una tecnica costruttiva innovativi in collaborazione con la Scuola universitaria professionale di Berna BFH, Axa e altri partner. A Lenzburg si sta realizzando il prototipo che presto sarà pronto per essere abitato.

Per quale ragione la Renggli AG punta sulla costruzione ibrida con moduli?

L'aspetto innovativo risiede nella combinazione di una struttura in acciaio e di moduli. La struttura in acciaio assorbe il carico verticale e orizzontale. Grazie a questa distribuzione del carico la struttura modulare può avere fino a otto piani. Dato che produciamo tutti i moduli nello stesso modo, possiamo sfruttare il principio della prefabbricazione e beneficiare della produzione in serie. L'ingegnoso sistema di disaccoppiamento acustico tra i componenti in legno e acciaio riduce notevolmente il suono e quindi il livello di rumore all'interno dell'edificio.

Perché il legno è più adatto dell'acciaio per le costruzioni ibride?

L'acciaio svolge un ruolo importante anche in questo tipo di progetto, soprattutto nella costruzione dell'ossatura. Nella produzione dei moduli, invece, il legno offre diversi vantaggi: è un materiale da costruzione leggero, economico, a basso consumo di risorse e facile da lavorare. Inoltre ha buone proprietà insonorizzanti e isolanti e garantisce un elevato livello di comfort abitativo e un buon clima interno.

Quali sono state le maggiori sfide di questo progetto edilizio?

La combinazione di due diversi metodi di costruzione. Le dimensioni della struttura in acciaio e dei moduli abitativi in legno devono combaciare perfettamente in quanto al momento dell'inserimento sono ammesse tolleranze minime. Altre sfide impegnative sono state il coordinamento dei diversi lavori, la produzione «just in time» e la logistica.

Come valuta il potenziale di mercato?

Crediamo che gli edifici ibridi modulari abbiano mercato. Basta pensare, ad esempio, ai molti edifici in Svizzera che risalgono agli anni del boom edilizio e che non val la pena ristrutturare. Sostituire questi edifici con costruzioni ibride può essere un'alternativa intelligente e conveniente. Tuttavia è difficile prevedere come si svilupperà il mercato.

Quali esperienze avete acquisito con questo progetto?

Abbiamo constatato che la cooperazione interdisciplinare tra ricerca e industria funziona e che può essere fonte di vere e proprie innovazioni. Siamo convinti che progetti di questo tipo rafforzeranno a lungo termine la piazza economica svizzera.

Perché acquistate parte degli articoli di tecnica di fissaggio da Debrunner Acifer?

Per diversi motivi: consideriamo Debrunner Acifer un partner affidabile che ci offre un'interessante gamma di prodotti. Inoltre il loro sistema Kanban riesce a soddisfare le nostre esigenze di logistica. Siamo molto soddisfatti della puntualità delle consegne e apprezziamo la collaborazione basata sulla partnership.