Debrunner Koenig Gruppe
Prezzi personali Disponibilità e tempi di consegna

Il blog – Al passo coi tempi

Idrosanitaria
Approvvigionamento idrico e impiantistica

Gottardo Arena: nuovo palaghiaccio per l'HC Ambrì-Piotta

Il sistema d'igiene KHS impedisce il ristagno dell'acqua potabile e previene la legionella

Nel nuovo stadio del ghiaccio «Gottardo Arena» dell'HC Ambrì-Piotta la responsabilità della qualità dell'acqua potabile è demandata al sistema d'igiene KHS: nonostante l’intensità d’uso variabile a seconda della stagione e le fluttuazioni delle temperature, le linee guida dell'Ordinanza federale sull'acqua potabile vengono sempre rispettate. I vari componenti del sistema KHS interagiscono impedendo il ristagno nella rete idrica e quindi i problemi di microbatteri come la legionella.

La Gottardo Arena, il nuovo palaghiaccio dell'Hockey Club Ambrì-Piotta, è stato costruito tra dicembre 2018 e agosto 2021. Progettato dall’architetto di fama mondiale Mario Botta, questa struttura polivalente è utilizzabile tutto l'anno e sorge sul sito del vecchio campo d'aviazione di Ambrì. Sono disponibili 6775 posti in piedi e seduti - il numero corrisponde al codice postale di Ambrì - oltre a 11 lounge, 4 ristoranti, 8 buvette e 23 posti dine&view. La costruzione è costata circa 50 milioni di franchi svizzeri. Debrunner Acifer ha fornito il sistema d'igiene KHS della Kemper Schweiz AG.

Il sistema d'igiene KHS può prevenire la formazione di legionella

Nelle tubature della rete idrica degli edifici pubblici e semipubblici l'acqua spesso ristagna a causa dell'uso non costante degli impianti. È quanto si verifica anche alla Gottardo Arena: in inverno, durante la stagione dell'hockey, è molto utilizzata, mentre in estate molto meno. Quando l'acqua ristagna per un lungo periodo la sua qualità potrebbe non essere più conforme alle linee guida dell'Ordinanza federale sull'acqua potabile.

Il sistema di igiene KHS contrasta questo pericolo. «Fa circolare l'acqua nelle tubature e regola la temperatura nella rete. Queste misure prevengono la proliferazione della legionella patogena nell'acqua potabile», afferma Francesco Folda, consulente di vendita per l'impiantistica della Kemper Svizzera. Lo Studio Rigozzi Engineering SA si è occupato della progettazione idraulica e ha portato la sua esperienza con il sistema d'igiene KHS.

Flusso costante grazie al divisore di flusso KHS Venturi

I punti di prelievo nei servizi igienici vengono alimentati dalle tubature ad anello a partire dalle condotte di distribuzione dell'acqua fredda. Per ogni servizio igienico, in totale 76 nella Gottardo Arena, è stato installato un divisore di flusso KHS Venturi. «Il divisore di flusso regola la proporzione di acqua nella tubazione ad anello a seconda della portata volumetrica della condotta di distribuzione. Questo crea un flusso costante nell'impianto idrico fino al punto di prelievo», spiega Francesco Folda. Grazie al divisore di flusso Venturi di KHS, le condotte circolari possono essere realizzate con una larghezza nominale ridotta e allo stesso tempo con una bassa perdita di pressione.

Risciacqui igienici per la gestione della temperatura

Per rispettare le linee guida dell'Ordinanza sull'acqua potabile, la temperatura dell'acqua nelle tubature dovrebbe essere inferiore a 20 °C e mai superiore a 25 °C.

Questo perché microrganismi come la legionella si moltiplicano in modo esplosivo nell'intervallo compreso tra 25 °C e 55 °C. «La temperatura viene controllata regolando la portata volumetrica nella rete idrica mediante 13 cassette di igiene KHS Hygiene Flush Box e nella rete dell'impianto antincendio mediante 8 gruppi di risciacquo KHS. Allo stesso tempo questi dispositivi fanno circolare l'acqua nelle condutture della Gottardo Arena», dice Francesco Folda.

Controllo del flussaggio e del monitoraggio

Al momento della messa in funzione del sistema d'igiene KHS da parte di Francesco Folda e del servizio tecnico della Gottardo Arena sono stati definiti i programmi di flussaggio stagionali utilizzando il sistema di comando mini KHS Master 2.1. «In inverno l'Arena è più frequentata e le temperature sono più basse. Il flussaggio viene effettuato perché la temperatura dell'acqua nella rete aumenta. Per rispettare i valori di temperatura previsti dalle linee guida bastano quindi pochi risciacqui. In estate si interviene a intervalli regolari perché la temperatura di ingresso dell'acqua è già più alta e nel palaghiaccio c'è poca attività», spiega Francesco Folda.

Il sistema di comando mini KHS Master 2.1 non solo attiva i processi di flussaggio, ma li registra insieme alle curve di temperatura della rete. Consente inoltre di eseguire test funzionali e controlli di manutenzione.

Facile installazione del sistema

Il sistema d'igiene KHS nella Gottardo Arena è stato in stallato dalla ditta V. Luraschi SA. Secondo l'ingegnere Luca Luraschi il vantaggio rispetto ad altri sistemi risiede nell'interazione dei componenti e nella regolazione automatica: «I divisori di flusso KHS Venturi e i risciacqui igienici impediscono il ristagno nelle tubazioni dell'acqua. Il comando di sistema KHS automatizza i processi di risciacquo. In questo modo l'operatore ha la certezza che nella rete ci siano le temperature dell'acqua necessarie.

Nonostante l'ampia portata del progetto e i tempi ristretti l'installazione del sistema d'igiene KHS non ha presentato problemi. «Il sistema è facile da installare, anche grazie alle dettagliate istruzioni di installazione fornite dal produttore Kemper», afferma Luca Luraschi.

Circolazione dell'acqua calda con la tecnologia di regolazione e misurazione CONTROL-PLUS

Per evitare problemi di microbatteri la rete dell'acqua calda della Gottardo Arena viene gestita ad alte temperature. «La temperatura dell'acqua della caldaia è di 60 °C. Se il consumo di acqua calda è elevato, può scendere a 58 °C, ma mai sotto i 55 °C. Nei punti di prelievo deve essere a 50 °C», afferma Luca Luraschi. Le valvole di regolazione MULTI-FIX-PLUS, MULTI-THERM e ETA-THERM assicurano una circolazione costante dell'acqua calda attraverso le tubature, fino al ritorno alla produzione di acqua calda sanitaria per evitare un abbassamento della temperatura. Le valvole di misurazione CONTROL-PLUS consentono di controllare la portata e la temperatura con un dispositivo di misurazione portatile.

Fornitura di Debrunner Acifer
  • 76 divisori di flusso Venturi KHS
  • 13 Hygiene Flush Box KHS per la rete di acqua fredda
  • 8 gruppi di risciacquo KHS per l'impianto antincendio
  • 1 sistema di comando mini Master 2.1 KHS
  • 43 valvole di regolazione MULTI/ETA-THERM
  • 6 valvole di regolazione MULTI-FIX-PLUS
  • 4 valvole di misurazione CONTROL-PLUS


INTERVIEW

«La stagnazione non ha alcuna chance»

Francesco Folda, consulente di vendita impiantistica, Kemper Schweiz AG

Per quale tipo di edificio viene utilizzato principalmente il sistema di igiene KHS?

Il sistema è pensato per l'uso in edifici pubblici e semipubblici come impianti sportivi, scuole, istituti di cura, edifici residenziali, edifici industriali, grandi magazzini o piscine.

Perché?

Pensiamo, ad esempio, alle vacanze scolastiche estive di più settimane. È proprio in questo periodo che la temperatura dell'acqua in entrata supera già i 20 °C. Secondo le linee guida il valore ottimale è inferiore a 20 °C e mai superiore a 25 °C. Nei mesi estivi, tuttavia, il limite massimo viene rapidamente raggiunto e superato. Un altro esempio sono gli alberghi o i nuovi edifici in generale: spesso sono così ben isolati che anche nei mesi freddi è difficile mantenere l'acqua nelle tubature al di sotto dei 25 °C. La temperatura aumenta nei pozzetti caldi e può causare problemi di microbatteri come la legionella.

In che modo il sistema KHS si distingue dalle altre soluzioni di igiene per l'acqua?

L'interazione tra i divisori di flusso Venturi KHS, i sistemi di risciacquo igienici KHS e il sistema di comando KHS rendono il nostro sistema completo. Il sistema d'igiene KHS garantisce che non si verifichino ristagni. La gestione del risciacquo consente anche di regolare la temperatura dell'acqua e di creare circolazione nella rete idrica. In questo modo si evita il ristagno e si previene la formazione della legionella.

Quali sfide avete dovuto affrontare in questo progetto?

Per garantire l'igiene dell'acqua potabile era necessaria una soluzione ad ampio spettro. Dal 2018 negli impianti negli edifici pubblici e semipubblici vanno applicate le linee guida dell'Ordinanza sull'acqua potabile. L'acqua non deve ristagnare e la temperatura dell'impianto idrico deve essere mantenuta entro i valori igienici standard. Il sistema d'igiene KHS soddisfa questi requisiti.

Cosa significa questo progetto per lei e per la sua azienda?

Abbiamo potuto fornire il nostro sistema d'igiene KHS alla Gottardo Arena perché lo Studio Rigozzi Engineering SA, incaricato della progettazione, aveva già fatto esperienze positive in altri progetti. Alla Kemper Svizzera siamo un piccolo team. Ci riempie di orgoglio aver potuto dare un contributo importante a questo prestigioso edificio con la nostra soluzione KHS.

Cosa apprezza della collaborazione con Debrunner Acifer?

Lavoriamo a stretto contatto con Debrunner Acifer a Giubiasco. Riteniamo il team ticinese molto comunicativo, flessibile e senza complicazioni. La cooperazione funziona senza problemi. La maggior parte degli installatori che montano le nostre soluzioni KHS lavora con Debrunner Acifer. L'affidabilità nella qualità e nel servizio è sicuramente il motivo principale.



INTERVIEW

«Ci sentiamo in buone mani»

Luca Luraschi, ingegnere, V. Luraschi SA

Quale importanza ha questo progetto per la vostra azienda?

La Gottardo Arena, il palaghiaccio dell'HC Ambrì-Piotta, è conosciuta in tutto il mondo e siamo orgogliosi di aver contribuito alla sua costruzione. È un'importante referenza per la nostra azienda.

Siete soddisfatti dei servizi e delle forniture di Debrunner Acifer?

Finora siamo sempre stati soddisfatti. Le forniture corrispondono agli ordini inoltrati e la logistica è ben organizzata. Anche i termini di consegna vengono sempre rispettati. Se i termini non possono essere rispettati, Debrunner Acifer ci informa in tempo utile.

Quali sfide avete dovuto affrontare in questo progetto?

Sul cantiere hanno lavorato diversi artigiani contemporaneamente. Tutti avevano bisogno di materiale e spazio, quindi organizzare la logistica è stata una sfida. Inoltre bisognava coordinare bene il lavoro per evitare perdite di tempo dovute ai tempi di attesa. Le tempistiche serrate hanno accentuato queste sfide e imposto una pianificazione accurata.

Quali sono secondo lei i punti di forza di Debrunner Acifer?

L'azienda V. Luraschi SA collabora con Debrunner Acifer da oltre 15 anni. Dal nostro punto di vista, è il personale che fa un'azienda. I collaboratori di Debrunner Acifer sono sempre cordiali, disponibili, affidabili e competenti. Ci sentiamo in buone mani.